Web
Analytics

Quando il ROI di una Nonna supera quello di un “Bocconiano” nella gestione di un’azienda.

Quando il ROI di una Nonna supera quello di un “Bocconiano” nella gestione di un’azienda.
novatum

Ieri ho partecipato come relatore ad un corso promosso dalla Camera di commercio sull’ecommerce. Parlando con i vari imprenditori, sembra che ci sia una vera e propria ansia da prestazione nella gestione del business in questo periodo storico.

Aziende che faticano a vendere online perchè pensano che sia diverso dal vendere bistecche di carne in una macelleria di quartiere.

Ma quel che mette più tristezza è l’idea che gli imprenditori oggi siano più legati ai numeri, alle statistiche, alle analisi dei dati e si dimenticano di avere a che fare con esseri umani che provano sentimenti, emozioni e le cui scelte spesso sono mosse dalla PAURA più che dalla convenienza.

Un imprenditore in qualsiasi settore operi, avrà sempre a che fare con gli esseri umani.

L’abbigliamento, le automobili, il cibo, l’arredamento, le assicurazioni, persino la componentistica, gli impianti industriali, tutto viene sempre correlato ad esseri umani.

Oggi gli imprenditori che dimenticano di essere in un mondo fatto, costruito e strutturato da persone, per altre persone si trovano a vivere una crisi senza precedenti.

Alla mia domanda “tra un piatto di spaghetti alle vongole preparato da vostra nonna rispetto a quello preparato da una zingara, da chi andreste a mangiarlo”.

La risposta è stata immediata “Dalla nonna.”

Se dovessero scegliere tra una nonna e Carlo Cracco il 90% delle persone, continuerebbe a preferire la nonna.

Ma per quale motivo una NONNA che non fa nulla per “vendere se stessa” o propri prodotti avrà sempre la priorità nella nostra vita in termini di fiducia?

Perchè una Nonna è un’insieme di emozioni, di ricordi che ci hanno accompagnato per decine di anni.

Per quanto abile possa essere un imprenditore, se si dimentica dell’importanza del coinvolgimento emotivo nelle scelte di una persona, sarà destinato a fallire.

Prendersi cura delle persone, voler autenticamente bene alle persone, al di là del profitto, dell’utilità economica in sè di ciò che si fa.

Questo è ciò che distingue le imprese che hanno successo da quelle che sono in crisi.

Questo è ciò che distingue una zingara, da una nonna che rischierebbe la propria vita per salvare la nostra.

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*