Web
Analytics

Cosa può insegnarci la Nutella sui rapporti di coppia? – Come scegliamo il partner.

Cosa può insegnarci la Nutella sui rapporti di coppia? – Come scegliamo il partner.
novatum

Quindi alla fine bisognerebbe simulare un disturbo di personalità multipla per accaparrarsi un disagiato emotivo. Insomma, siccome il mondo è pieno di persone disturbate, tanto vale fingersi schizofrenici per rassicurare il primo nevrotico che ci troviamo davanti, perché una relazione affettiva disfunzionale è sempre meglio della singletudine?

Vorrei ringraziare la nostra lettrice per la sua interessante riflessione.

Il 90% dei problemi delle persone sono legati alle CONVINZIONI che maturiamo fin da piccoli.

Nasciamo e ci viene detto che dobbiamo ambire alla perfezione, dobbiamo evitare gli errori, dobbiamo trovare il principe azzurro e la principessa sulla torre più alta del castello.

Cresciamo con la paura di essere avvelenati da qualche caramella donata da uno sconosciuto, abbiamo paura del buio, abbiamo paura di non trovare un lavoro, abbiamo paura delle opinioni degli altri, abbiamo paura di restare soli ed abbiamo anche paura di trovare una persona che ci faccia soffrire.

Paura di qua, paura di là, l’unica cosa che conta è la perfezione e l’essere accettati dagli altri.

Le mode ci dicono come vestirci, gli chef in tv cosa mangiare, i film le auto da guidare, i dietologi i cibi che non dobbiamo mangiare.

Tutti sanno tutto, eppure la gente è infelice, senza lavoro, senza amore, senza amici.

Qualcosa evidentemente non torna.

LA VERITA’ E’ CHE TU VAI BENE COSI COME SEI.

La statistica ci dice che 9 persone su 10 hanno qualche forma dei cosiddetti “disturbi della personalità”.

Quindi sperare di innamorarsi di una persona “equilibrata” mentalmente è un po come sperare di trovare l’anima gemella sulla cima dell’Everest.

Se il mondo è IMPERFETTO, la cosa più importante da imparare è GESTIRE E CONVIVERE CON L’IMPERFEZIONE.

La vita di per sè è imperfetta, è VARIA, si evolve costantemente.

Quindi come è sempre stato LA CAPACITA’ DI ADATTARSI è la vera perfezione.

Chi lo dice che essere timidi sia un disturbo? Magari è semplice inesperienza.

Chi lo dice che avere ansia sia un disturbo e sia semplice scarsa abitudine nell’affrontare difficoltà e paura di conseguenze?

Chi lo dice che bisogna stare insieme ad una persona “perfettamente equilibrata mentalmente” quando i matrimoni durano ormai meno di 3 anni in media?

Chi lo dice che devi avere il fisico di un modello per essere accettato, amato e felice?

In TEORIA è facile consigliare agli altri cosa fare.

Un altro è VIVERE sulla propria pelle ogni singola scelta. 

SUBIRE LE EMOZIONI E PRENDERE UNA SCELTA nonostante le emozioni rendano difficile ragionare.

La nostra società SI FONDA SU QUESTI MESSAGGI SBAGLIATI.

Solo 60 anni fa un signore tedesco dal “baffetto stretto” parlava di selezionare le persone più forti, in salute, più in linea con i canoni estetici di una specifica razza, che la timidezza fosse negativa, che l’ansia fosse per i perdenti.

Lui è tutt’ora un considerato il male assoluto.

Mentre i media, i quotidiani, le riviste, la cultura dominante che propongono CANONI DI PERFEZIONE in modo subliminale allora come dovremmo definirli?

Per quale motivo dovremmo ambire alla perfezione?

La verità è che alla gente VA BENE L’IMPERFEZIONE, l’imperfezione è intima, è umana.

Qualcuno ha mai considerato la vecchia 500 un esempio di automobile perfetta? Eppure il mondo la ama nella sua imperfezione.

Le persone NON VOGLIONO MANGIARE SANO, perchè preferiscono mangiare ciò che gli piace.

Pensi che il successo della Nutella sia dovuto al fatto che sia salutare le persone che mangiano Nutella lo facciano perchè lo considerano un cibo SALUTARE? O semplicemente ogni tanto vogliono togliersi il piacere di un dolce che adorano?

L’INFELICITA’ delle persone viene creata dal CONFLITTO INTERIORE tra ciò che VOGLIONO e ciò che GLI E’ STATO DETTO ESSERE SBAGLIATO.

Rimuovere questo pensiero, rimuovere il NEMICO INTERIORE è ciò che ti consente di stare bene e trovare la tua dimensione.

Poche sono le persone che si accorgono di avere questo nemico interiore nella loro mente.

Per questo vivono una vita infelice e piena di stress, perchè NON SANNO di avere un problema.

La libertà di scegliere dovrebbe essere l’UNICO valore da garantire alla società, per aiutarla a vivere meglio.

La libertà di scegliere cosa mangiare, come vestirsi e soprattutto come pensare.

Io sono emozionato e grato perchè tu hai espresso la tua opinione anche se non la condivido.

Perchè senza il tuo pensiero tanti altri continuerebbero a PENSARE DI ESSERE OBBLIGATI A SOTTOSTARE A REGOLE INESISTENTI.

E allora sia benedetto il McDonald’s, la Nutella, i Salumi nostrani, i Vini Italiani, Francesi e Spagnoli.

Le carni buone, i formaggi stagionati in montagna, i dolci di una volta.

I ristoranti dove si mangia bene perchè il cuoco si emoziona quando cucina, gli abiti che costano il giusto e che sono fatti per durare nel tempo.

Del resto se 20 grammi di zafferano puro possono essere letali per l’uomo se ingeriti, significa che QUALSIASI cosa può essere letale per l’uomo, anche l’acqua.

Il punto è avere buon senso, avere il senso del limite, gustare, assaporare ogni cosa a piccole dosi.

Vivere i pochi giorni che ci restano su questo pianeta come meglio riusciamo, perchè poi non potremo tornare indietro.

La tecnologia a piccole dosi è la cosa più meravigliosa ed utile dell’uomo.

La stessa tecnologia se sovrautilizzata può nuocere alla nostra vita ed al nostro benessere.

Il messaggio che vorrei mandare oggi è di aprire gli occhi, di non accettare le cose per come ci vengono raccontate.

Di mettere in discussione la tua vita, il tuo lavoro, il tuo amore, i tuoi “standard”, le tue abitudini, specialmente se non ti rendono felice.

Sii irresponsabile, sii una persona libera, una persona che esce “dal coro”, diventa pericolosamente imprevedibile.

Ritorna ad essere una persona meravigliosamente imperfetta.

Anche questo articolo, mettilo in discussione, criticalo, ma riflettici sopra perchè può arricchirti vedere il mondo da altri punti di vista.

Se esistono medici che prescrivono interventi per ricevere i rimborsi assicurativi dalle cliniche e che in accordo con le farmacie prescrivono medicinali inutili solo per profitto.

Probabilmente l’ultimo dei problemi che avrai nella tua vita sarà di trovare un partner con qualche “disturbo della personalità” che io definirei semplicemente “CARATTERE”.

Questo è ciò che vuole essere Novatum.

Aiutare attraverso NUOVE CONOSCENZE le persone ad essere quello che di meglio possono essere, perchè i “disturbi da curare” sono ben altri.

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*