Web
Analytics

Disoccupato o semplicemente: Disvogliato? Perchè le aziende non assumono disoccupati.

Disoccupato o semplicemente: Disvogliato? Perchè le aziende non assumono disoccupati.
novatum

Spesso mi capita di selezionare personale per imprese grandi, di solito multinazionali, dove oltre alla competenza in sè del candidato, al suo profilo accademico, bisogna analizzare la sua “compatibilità caratteriale” con l’ambiente e le dinamiche sociali di una grande azienda.

Il clima di una grande azienda è molto pesante per chi ha tendenze da narcisista. Per chi ha bisogno di essere apprezzato, di essere coccolato, di sentirsi protagonista. Una multinazionale nel giro di 30 giorni può diventare un incubo di stress per le persone così sensibili o che non sono abituate a stare in mezzo alle persone.

Per tanto nel corso degli anni ho sviluppato 5 domande decisamente inaspettate che tirano fuori tutte le debolezze e le caratteristiche salienti di una persona.

Di solito identifico 4 tipologie di personalità:

I “leoni” sono le persone brillanti che ci mettono il cuore, ma che sono molto emotive ed orgogliose. I classici che si bruciano in fretta perchè non si sentono i padroni del mondo. O perchè non si sentono gratificati abbastanza da ciò che fanno.

Le “pecorelle” sono persone sensibili ma calme che sopportano e che se inserite con persone simili a loro possono lavorare bene e creare un buon clima lavorativo. Proprio perchè hanno bisogno di un gregge.

Poi ci sono i “cavalli” sono grandi lavoratori, che s’impegnano duramente, che non guardano la stanchezza, perchè vogliono arrivare per primi ad ogni costo e di solito sono degli ottimi potenziali manager.

Infine ci sono i “golden retriever” (perchè dire cani sarebbe poco nobilitante). I golden come la razza canina sono persone che amano lavorare in azienda, amano stare con altre persone, amano il padrone, amano portare a termine i lavori che gli vengono affidati.

Chiaramente trovare dei golden è raro. Ma difficilmente me ne lascio scappare uno quando mi capita.

Anche se non ho aziende che stanno cercando, trovo un modo per farli assumere da qualche imprenditore o da qualche azienda che conosco, perchè sono vere e proprie risorse.

Criticare i disoccupati è sicuramente una parte antipatica, ma spero che venga colto un messaggio per aiutare a chi si trova in questa categoria ad uscirne.

Esistono 3 motivi VERI per cui una persona NON VIENE ASSUNTA da un’azienda.

1. (FALSO MITO) L’azienda non ha soldi o è in crisi. Le aziende senza soldi di solito cercano persone che portano risultati garantiti. Di solito cercano management che si occupi di restrutturazioni e rilanci aziendali. In altri casi un ottimo responsabile finanziario può fare la differenza.

2. (FALSO MITO) L’azienda non sta assumendo. Qualsiasi azienda SANA e REDDITIZIA assume persone che abbiano reale voglia di lavorare e di portare un contributo importante. Se l’azienda non assume è perchè l’imprenditore non è in grado di fare il proprio lavoro e non riesce a guadagnare. Di fatto ti evita lo stress di essere licenziato a breve perchè l’azienda sta per fallire.

3. Il candidato non è idoneo. Questo può semplicemente significare che una persona ha trasmesso l’idea di essere caratterialmente instabile e non compatibile con l’azienda. Oppure che la sua storia o il suo atteggiamento non trasmettono l’idea di essere una persona che abbia le competenze necessarie per un determinato ruolo. Altre volte si tratta di persone disordinate o poco affidabili.

Ieri sera ho intervistato una ragazza sui trent’anni introdotta da persone che conoscevo già, quindi in teoria aveva un vantaggio da sfruttare.

Persona pulita e ordinata, tutto bene.

Ma immaginatevi il mio stupore ed imbarazzo quando a domande come “quale sarebbe il tuo lavoro ideale?” o “perchè vorresti lavorare?” ho ricevuto una scena muta.

O quando a trent’anni vedi esperienze di lavoro che non sono andate oltre le due settimane.

Una persona che non dimostra di voler lavorare almeno in un colloquio. Per QUALSIASI selezionatore di risorse umane è una persona da NON assumere.

Più che altro per una questione personale.

Un selezionatore ci tiene a fare il possibile affinchè persone meritevoli, di cuore, che sono andate avanti nonostante le difficoltà riescano ad inserirsi in una posizione soddisfacente.

E’ una delle poche soddisfazioni rimaste sapere di avere la riconoscenza di qualcuno per il lavoro che gli hai trovato.

Ogni tanto ricevo foto dei figli che le persone che ho fatto assumere sono finalmente riuscite a fare perchè adesso possono permettersi di avere una casa loro, di mantenere un figlio e la moglie.

Loro sono felici, l’azienda è contenta di pagargli un profumato stipendio e di versargli i contributi, cosa c’è di meglio?

E’ vero in Italia è molto difficile trovare aziende serie. E’ molto difficile trovare selezionatori che non si lascino influenzare da pressioni politiche o dalle preferenze sessuali dei loro clienti.

(un imprenditore che cerca commerciali esteri donne, di solito cerca un’amante fissa. Quindi sai già che gente valida che conosce 5 lingue e che vende milioni di euro da sempre non sarà scelta.)

Ma se tu che stai leggendo cerchi un lavoro contatta un selezionatore di personale professionista e chiedigli di farti un colloquio per avere il suo parere.

Ti dirà GRATUITAMENTE subito cosa sbagli a livello personale e di impostazione del curriculum.

A volte ci sono persone “professioniste di colloqui” che sembrano PERFETTE per una posizione e poi si rivelano dei narcisisti patologici, che ottengono il lavoro e gente un po meno “preparata per il colloquio” che invece sarebbe davvero la scelta migliore.

Chi ha reali qualità, chi ha reale interesse a lavorare, DEVE IMPARARE a superare i colloqui. Altrimenti è solamente una persona svogliata che aspetta di trovare che un principe azzurro la o lo assuma.

Peccato che i principi azzurri esistano solo nelle fiabe.

Sei in un momento difficile?

Su Amazon ed iTunes trovi i nostri “Manuali per la vita
Se vuoi contattare uno dei nostri autori Invia un messaggio

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*